La zonta (coming soon)

Senza riscriverlo, andate leggete e commentate qui: http://locchiodirovereto.wordpress.com/2012/09/08/la-zonta-coming-maybe/

Annunci
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

City for cycling

Per caso sono finito in questa iniziativa: Qui quella italiana e qui quella degli inventori: The Times. C’e’ anche un gruppo su facebook e un hastag su twitter

The Times Cities fit for cycling

In sostanza si basa sul richiedere 8 punti (di buonsenso)

Questi gli 8 punti di cui chiediamo l’attuazione:

  1. Gli autoarticolati che entrano in un centro urbano devono, per legge, essere dotati di sensori, allarmi sonori che segnalino la svolta, specchi supplementari e barre di sicurezza che evitino ai ciclisti di finire sotto le ruote.
  2. I 500 incroci più pericolosi del paese devono essere individuati, ripensati e dotati di semafori preferenziali per i ciclisti e di specchi che permettano ai camionisti di vedere eventuali ciclisti presenti sul lato.
  3. Dovrà essere condotta un’indagine nazionale per determinare quante persone vanno in bicicletta in Italia e quanti ciclisti vengono uccisi o feriti.
  4. Il 2% del budget dell’ANAS dovrà essere destinato alla creazione di piste ciclabili di nuova generazione.
  5. La formazione di ciclisti e autisti deve essere migliorata e la sicurezza dei ciclisti deve diventare una parte fondamentale dei test di guida.
  6. 30 km/h deve essere il limite di velocità massima nelle aree residenziali sprovviste di piste ciclabili.
  7. I privati devono essere invitati a sponsorizzare la creazione di piste ciclabili e superstrade ciclabili prendendo ad esempio lo schema di noleggio bici londinese sponsorizzato dalla Barclays
  8. Ogni città deve nominare un commissario alla ciclabilità per promuovere le riforme.
Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

Ci stiamo muovendo

Visto che splinder chiude stiamo cercando di spostare tutto a questo indirizzo.

baci e bici

Pubblicato in blog | Lascia un commento

Attendiamo con fiducia o con rassegnazione?

Da L'Adige

Due milioni di euro

per la ciclabilità

Il prossimo anno, stando al bilancio di previsione del Comune, sarà finalmente l'anno delle piste ciclabili. D'altro canto questo era uno dei punti forti del programma del sindaco Andrea Miorandi che sulla ciclabilità della città ci sta scommettendo l'intera legislatura. I fondi stanziati per collegare i quartieri con il centro storico e spingere la gente a usare la bici per spostamenti tutto sommato brevi sono cospicui e sfiorano i due milioni di euro. E, contrariamente al passato, non si tratta certo di progetti faraonici e quindi tali da prospettare un'attesa di decine di anni ma di interventi a medio-breve termine che, nel complesso, dovrebbero concludersi entro la fine della legislatura nel 2015.


Per accelerare la realizzazione delle strade per la mobilità leggera, la giunta ha appena approvato il primo dei tanti progetti in cantiere, quello del percorso protetto da corso Rosmini all'ospedale Santa Maria del Carmine attraverso via Fontana, via Dante, via Prima Armata a piazza S. Maria.
Il primo lotto costerà 170 mila euro (da via Fontana al Leno), spesa che raddoppierà per il completamento. La pista sarà doppia, una per senso di marcia, e comporterà inevitabilmente la cancellazione di almeno una decina di parcheggi. Che, però, saranno recuperati già nel corso del prossimo anno abbattendo i capannoni vuoti al Follone e allargando il posteggio di superficie.
Toccherà poi a via Benacense fino al Rovercenter, e dunque in fondo a Lizzana, per un altro mezzo milione di euro. Al quale si aggiungerà il tragitto fino a Marco.
Dal rione più a Sud della città, sarà completato per 200 mila euro il collegamento con Mori Stazione e quindi con la ciclopista dell'Adige e la zona industriale.


Il rifacimento dei percorsi lungo il torrente Leno impegneranno altri 500 mila euro mentre 400 mila dovrebbero servire per il tratto corso Bettini (in doppia corsia) e corso Rosmini fino alla stazione dei treni in piazzale Orsi.
Grande attesa c'è invece per gli allacciamenti ciclabili tra Borgo Sacco, San Giorgio e il centro storico. Il tracciato «rosso» prevede due snodi: via Pasubio, viale Vittoria, via Zeni e quindi sottopasso ferroviario e via Manzoni (in attesa della nuova stazione bifronte con attraversamento nel sottosuolo fino a piazzale Orsi) e cavalcavia di via Cavour con svolta in via Riva, via Campagnole e quindi Borgo Santa Caterina e, da qui, a destra su via Dante e a sinistra su via Fontana per corso Rosmini.
«La città, attualmente, ha una rete ciclabile di 10 chilometri. – ha spiegato ieri all'Urban Center l'assessore ai lavori pubblici Leone Manfredi – Nei prossimi tre anni di legislatura contiamo di realizzarne altri 27 in modo da raggiungere la quarantina di chilometri di piste ciclabili urbane».

Pubblicato in accade a rovereto, viabilità | Lascia un commento

Perché le biciclette?!

 Parlare di biciclette significa parlare di salute pubblica, di una rivoluzione energetica, di un modo di vita postindustriale, di equità, di libertà.

La bicicletta è un collante quotidiano di un mondo reale e a portata di mano, la bici unisce, realizza e fa realizzare, la bici dimostra, la bici stimola, innesca, la bici salta gli ostacoli e li fa piccoli, la bici collega, La bici rende fatto il possibile, la bici rilassa, tiene in forma, spurga e fa digerire.

La bicicletta per riallacciare i fili di un mondo perduto nel bicchier d'acqua dello sviluppo, la bici per far rivivere l'ebbrezza di spostarsi, di viaggiare, di esplorare i limiti e le possibilità del mondo e degli esseri umani. La bici silenziosa che celebra l'incantesimo dell'efficienza e del senso.

L'ABCicletta dimostra i limiti naturali del sistema dei trasporti, rappresenta per se stessa uno strumento di rottura irreparabile con questo sistema automatizzato, fa riemergere la dimensione umana in un mondo di macchine, la bici è forte e fragile, come la realtà stessa.

Il personale è politico! Il nostro stile di vita può essere olio o sabbia negli ingranaggi della megamacchina che ci guida. Usa la bici, mantienila da te, sii sabbia. Rifiuta le deleghe che puoi rifiutare. Non hai bisogno di guerre, sfruttamento e trivellazioni barbariche per andare a lavorare, o per uscire e divertirti. Fallo sulla base delle tue capacità, scoprirai il mondo vero fuori della realtà sintetica autoinscatolata spacciata dal progresso.
 
"CiclOfficine Popolari"

Pubblicato in bicycle r-evolution, ciclofficina | Lascia un commento

Pedalando in Rotaliana – 28 agosto 2011

Percorso cicloturistico non competitivo aperto a tutti
Domenica 28 agosto 2011
ore 9.00
Mezzolombardo
Percorso da 6 km e da 22 km

info e programmaVOLANTINO

Il ricavato sarà devoluto al progetto V.I.A. Vita Integrata e Attiva della Cooperativa Sociale La Rete.

Pubblicato in cicloturismo, incontri | 1 commento

Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2011

Promossa dalla Commissione Europea, la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, “In città senza la mia auto” si svolge dal 16 al 22 settembre 2011 e negli anni è diventato un appuntamento internazionale che ha l’obiettivo di incoraggiare i cittadini all’utilizzo di mezzi di trasporto alternativi all’auto privata per gli spostamenti quotidiani: a piedi, in bicicletta, o con mezzi pubblici. Sono modalità di trasporto sostenibile che, soprattutto per chi vive in città, oltre a ridurre le emissioni di gas climalteranti, l’inquinamento acustico e la congestione, possono giocare un ruolo importante per il benessere fisico e mentale di tutti.

La Settimana rappresenta un’occasione per le istituzioni, le organizzazioni e le associazioni di tutta Europa per promuovere i propri obiettivi volti ad incrementare la mobilità sostenibile e la qualità della vita, per condividere i diversi punti di vista e promuovere una diversa cultura del muoversi, per accrescere sempre più la consapevolezza nei cittadini e cambiarne le abitudini. E’ una opportunità per tutti i comuni partecipanti per dimostrare quanto i temi ambientali li riguardino. Tutti noi vogliamo vedere le città divenire dei luoghi migliori dove vivere.

fonte: Ministero dell'Ambiente.it – Scheda manifestazione

documenti disponibili: Giornata europea per la mobilità sostenibile (tra cui la Carta europea dei diritti del pedone)

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti